Tag Archives: the cool couple

mambo

That’s IT – Sull’ultima generazione di artisti in Italia e a un metro e ottanta dal confine, MAMBO, Bologna, June 21st – November 11th, 2018

That’s IT!
Sull’ultima generazione di artisti in Italia e a un metro e ottanta dal confine
Curated by Lorenzo Balbi
June 22nd – November 11th, 2018
Opening: Thursday, June 21st 2018, 7 PM
MAMBO – Museo d’Arte Moderna di Bologna

Artists: Matilde Cassani (1980), Giuseppe De Mattia (1980), Margherita Moscardini (1981), Michele Sibiloni (1981), Riccardo Benassi (1982), Ludovica Carbotta (1982), Danilo Correale (1982), Andrea De Stefani (1982), Giulio Squillacciotti (1982), Marco Strappato (1982), Carlo Gabriele Tribbioli (1982), Ian Tweedy (1982), Invernomuto (Simone Trabucchi, 1982 e Simone Bertuzzi, 1983), Francesco Bertocco (1983), Giovanni Giaretta (1983), Lorenzo Senni (1983), Alberto Tadiello (1983), IOCOSE (Filippo Cuttica, 1983, Davide Prati, 1983, Matteo Cremonesi, 1984 e Paolo Ruffino, 1984), Elia Cantori (1984), Giulio Delvè (1984), Elena Mazzi (1984), Diego Tonus (1984), Calori&Maillard (Violette Maillard, 1984 e Letizia Calori, 1986), Federico Antonini (1985), Alessio D’Ellena (1985), Nicolò Degiorgis (1985), Riccardo Giacconi (1985), Adelita Husni-Bey (1985), Diego Marcon (1985), Ruth Beraha (1986), Elisa Caldana (1986), Roberto Fassone (1986), Francesco Fonassi (1986), Petrit Halilaj (1986), Andrea Kvas (1986), Beatrice Marchi (1986), The Cool Couple (Niccolò Benetton, 1986 e Simone Santilli, 1987), Filippo Bisagni (1987), Benni Bosetto (1987), Lia Cecchin (1987), Alessandro Di Pietro (1987), Stefano Serretta (1987), Giulia Cenci (1988), Tomaso De Luca (1988), Julia Frank (1988), Marco Giordano (1988), Orestis Mavroudis (1988), Valentina Furian (1989), Parasite 2.0 (Stefano Colombo, 1989, Eugenio Cosentino, 1989 e Luca Marullo, 1989), Alice Ronchi (1989), Emilio Vavarella (1989), Irene Fenara (1990), Angelo Licciardello (1990) & Francesco Tagliavia (1992), Caterina Morigi (1991), Margherita Raso (1991), Guendalina Cerruti (1992).

Continue reading

invito_turbulence_the-cool-couple

Turbulence, June 5th – July 1st 2018, Monastero del Carmine, Bergamo, Italy

ITA

TURBULENCE
a cura di Paola Tognon
5 giugno – 1 luglio 2018
Monastero del Carmine / Arcate d’Arte 2018
Via Bartolomeo Colleoni 19, Bergamo

Opening Performances 

Karma Fails – Meditation is Visualization
Martedì 5 giugno, h 05, 06, 21, 22, 23  

Prenotazione obbligatoria

TURBULENCE è il nuovo progetto di The Cool Couple (Niccolò Benetton – 1986 | Simone Santilli, 1987), a cura di Paola Tognon, appositamente realizzato per Contemporary Locus nel Monastero del Carmine a Bergamo.

La ricerca –  ironica e dissacrante, aggressiva e poetica –  giocata da The Cool Couple tra immagini, sculture, azioni e performance, si sviluppa nell’antico monastero attraverso due lavori che, su dispositivi apparentemente opposti, mettono in scena la turbolenza della condizione umana. Lo spazio stesso nel quale è allestito il progetto, un antico monastero che mostra tutti i segni del tempo, è un palcoscenico speciale che sottolinea le provocazioni dei due artisti e accentua lo sguardo obliquo con il quale il duo The Cool Couple osserva ed analizza i comportamenti umani.
Il ciclo di performance Karma Fails – Meditation is Visualization (martedì 5 giugno 2018 alle ore 05, 06, 21, 22 e 23), costituisce l’opening e la prima parte del progetto del collettivo. Karma Fails sono azioni di meditazione fisica e mentale a partecipazione pubblica che intrecciano le pratiche della performance con quelle del rilassamento e della lettura guidata. Agite nel chiostro centrale del monastero del Carmine – alle prime ore dell’alba e nella notte, della durata di circa 30 minuti e per un massimo di 10 persone ciascuna –  si presentano come frame dilatati che interrompono il fluire quotidiano del pensiero e delle abitudini.
Presupposto del collettivo è che, nell’epoca dell’antropocene. la meditazione, spogliata dai suoi valori originali, diventa lo strumento per migliorare le prestazioni della forza lavoro, il profitto e la redditività di stampo capitalista. Osservando questa condizione, lo studio fittizio Meditation is Visualization ideato da The Cool Couple usa la meditazione per denudare il concetto di successo individuale legato al profitto, a cui la pratica è sovente piegata. In questa direzione il ciclo Karma Fails ci accompagna – con riflessioni site specific, osservazioni irriverenti e libere interpretazioni di testi e saggi – in una meditazione legata al lavoro nel capitalismo cognitivo, all’assuefazione delle immagini, alla relazione apparentemente inoffensiva o rimossa tra essere umano e ambiente. Il luogo delle meditazioni (l’antico chiostro centrale del monastero) e gli orari scelti, ritagliati nel “tempo libero dal lavoro” registrano la necessità di rubare istanti al tempo produttivo e, in contemporanea, la possibilità di scegliere un “tempo altro” dove la luce e il buio si confondono e restituiscono passaggi naturali dimenticati.
Turborage, il secondo lavoro proposto da The Cool Couple – dal 5 giugno all’1 luglio –  consiste in un’alta colonna di cemento costruita e allestita all’accesso del monastero, a fronte delle colonne antiche che ne sorreggono il porticato. Per tutto il periodo della mostra il pubblico può colpire e distruggere con un bastone di legno o una mazza da baseball la struttura che, per l’apposita morbidezza del materiale usato, permette a ogni visitatore di scegliere tra la distruzione della colonna o la sua trasformazione in una scultura astratta. L’ideazione di questa scultura partecipativa prende avvio dal racconto di Gianni Rodari Il palazzo da rompere: una piccola città che, alle prese con bambini iperattivi e distruttivi, immagina e costruisce un palazzo arredato per essere vandalizzato e dal quale, finalmente, i bambini escono esausti e inoffensivi. Una novella che anticipa il successo delle stanze della rabbia, fenomeno e business sviluppato su scala mondiale negli ultimi 15 anni.
Ciò che agli artisti interessa in Turborage è la metafora sottesa alla novella di Rodari – sistemi attraverso i quali il potere gestisce la violenza isolandola e rendendola inoffensiva all’interno delle stesse comunità o emarginandola all’esterno – e la sua declinazione nel sistema e nella storia dell’arte attraverso l’apposita realizzazione di una scultura partecipativa che, a sua volta, rimanda all’elemento colonna. Ne emerge una riflessione sulle conseguenze delle limitazioni alla libera espressione e sul controllo dei nostri corpi nelle società contemporanee. L’operazione registra anche un passaggio tra esperienze artistiche parallele nella storia dell’arte: se tra la fine degli anni ’60 e i primi anni ’70 azioni anche particolarmente intense hanno trovato azione ed evidenza sul corpo stesso dell’artista, l’avvio del XXI secolo sottende invece un desiderio distruttivo esplicato soprattutto sugli oggetti, prodotti del consumo che regolano i nostri stessi desideri. Continue reading

Yellow Black Modern Bold Bachelor Save the Date Invitation

Talking (About) Images, Kunsthalle Graz, May 29th – June 12th 2018

ENG

Talking (About) Images
Curated by Francesca Lazzarini and Marta Rovetta
May 29th to June 12th 2018
Opening: Tuesday, May 29th 2018, 6 PM

Kunsthalle Graz, Conrad von Hötzendorf Straße 42A, Graz, Austria

After its first stage at Galerija Kortil in Rijeka, the reflection on the role and power of images in contemporary society proposed by Talking (about) images continues in Graz, at the Kunsthalle, from May 29th to June 12th 2018.
The project, curated by Francesca Lazzarini and Marta Rovetta for Cultural Inventory, with the support of the Region of Styria, develops through four exhibitions and as many inaugural events with eight artists of various nationalities and different means of expression – The Cool Couple, Severin Hirsch, Kate Howlett-Jones, Neža Knez, Maryam Mohammadi, Nika Rukavina, Alessandro Sambini and Christoph Szalay -, exploring the relationship between images and the reality they represent, the mechanisms that regulate their production and diffusion, the ambiguities that they can generate, but also their potential as a universal and shared language.
In fact, unlike words, images do not require translations to be read by people in different part of the world, being apparently a limitless tool for global communication. Nevertheless, their interpretation is anything but objective: images are intrinsically ambiguous. Due to their power of persuasion, images play a key function in the capitalist and globalised system: they are vehicles for ideology and one of the main weapons in the struggle over an arena of strategic importance today, the collective imaginary.
So Talking (about) Images focuses on images as an autonomous language: as in the participatory project and related installation Imag(in)e Ka-mi- ze by Neža Knez, that employs images as a children’s mean to design a better future; the work Lemmigs by Severin Hirsch, that spurs for an independent use of images and texts conceived as equal symbols; Maryam Mohammadi’s Memories Icon, that explores how images shape personal memories as well as their unconscious visual cultural effects. At the same time, the show reflects on the potentialities and limits of this language, or on its interaction with other means of expression. The work Everyday by The Cool Couple assembles meme GIFs underlying the influence on our existences of “secondary visuality”. In Kate Howlett-Jones’s Pocket Dictionary of the world’s Most Iconic Photographs every image-entry is defined by a poetic text resulting from mixed commentaries

 

invito-6-maggio-2018-1

The Other Side of the Moon, Galleria Bertoni, Cervignano del Friuli, May 6th – 27th 2018

ITA

THE OTHER SIDE OF THE MOON
6-27 Maggio 2018
A cura di Eva Comuzzi, Orietta Masin
Galleria Bertoni, Spazio Espansione, Chiesa di San Girolamo, Teatro Pasolini, Cervignano del Friuli (UD)

Artisti: Adriano Annino, Michele Bazzana, Filippo Berta, Pierre Bourrigault, Pietro Bulfoni, Enzo Comin, Paolo Comuzzi, Andrea d’Arsiè, Manuel de Marco, Virginia Fabris, Dario Imbrogno, Igor Imhoff, Valentina lo Duca, Anita Luperini, Simone Miani, Paola Pasquaretta, Francesco Patat, Titta Cosetta Raccagni, Maria Savoldi, Martina Scarpelli, Caterina Erica Shanta, Jeasun Shin, Mattia Sinigaglia, Josipa Stefanec, The Cool Couple, Ettore Tomas, Noriko Tomita, Lara Trevisan, Debora Vrizzi, Amayokasim Yamamoto, Giacomo Zorba.

Domenica 06 maggio alle ore 17.30 presso la Galleria Bertoni di Cervignano del Friuli, inaugura The Other Side Of The Moon. La mostra, curata da Eva Comuzzi e Orietta Masin, giunte al loro terzo anno di collaborazione, investiga il tema dell’ombra, andando così a concludere un trittico iniziato nel 2015 con Time is running out, che trattava il tempo in tutte le sue possibili sfaccettature, per proseguire poi con Shine on you crazy diamond, che andava ad affrontare, più che il tema della follia, quello della nevrosi in rapporto alla frenesia contemporanea, conseguenza di un tempo sempre più accelerato.

Continue reading

Yellow Black Modern Bold Bachelor Save the Date Invitation

Talking About Images, March 16th – April 6th, 2018, Galerija Kortil, Rijeka

Talking (about) images
March 17th – April 6th, 2017
Galerija Kortil, Rijeka (Croatia)
Curated by Francesca Lazzarini and Marta Rovetta
Opening: March 16th, 6.30 PM

Artists: The Cool Couple, Severin Hirsch, Kate Howlett-Jones, Neža Knez, Maryam Mohammadi, Nika Rukavina, Alessandro Sambini and Christoph Szalay.

Talking (about) Images is a collective reflection on the role and power of images in contemporary society, curated by Francesca Lazzarini and Marta Rovetta for Cultural Inventory, with the support of the Region of Styria.

Through four exhibitions and as many open laboratories, eight artists of various nationalities and different means of expression explore the relationship between images and the reality they represent, the mechanisms that regulate their production and diffusion, the ambiguities that they can generate, but also their potential as a universal and shared language.

Continue reading

statitensione_invito

STATI DI TENSIONE @ MUFOCO, Cinisello Balsamo 17 February – 8 April 2018

STATI DI TENSIONE | Percorsi nelle collezioni
17.02.2018 > 08.04.2018
A cura di Carlo Sala
Vernissage: Sabato 17 febbraio 2018, ore 18.00

Museo di Fotografia Contemporanea, Villa Ghirlanda, Cinisello Balsamo (Milano)

Artists: Marina Ballo Charmet, Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Letizia Battaglia, Lisetta Carmi, Vincenzo Castella, Paolo Ciregia, Mario Cresci, Paola Di Bello, Peter Fischli & David Weiss, Joan Fontcuberta, Leonard Freed, Jochen Gerz, Luigi Ghirri, Mario Giacomelli, Paolo Gioli, Paul Graham, Roni Horn, Francesco Jodice, Michi Suzuki, The Cool Couple, Arthur Tress, Klaus Zaugg.

ITA ONLY

Riparte la stagione espositiva del Museo di Fotografia Contemporanea, nella sede storica di Villa Ghirlanda a Cinisello Balsamo, con la mostra STATI DI TENSIONE | Percorsi nelle collezioni. Il curatore Carlo Sala è stato invitato a “rileggere” i diversi fondi fotografici che costituiscono il patrimonio del Museo, creando un percorso espositivo di oltre ottanta lavori di autori italiani e stranieri e due interventi site-specific di giovani artisti contemporanei.

La scelta di individuare un giovane curatore e di ospitare, in occasione della mostra, le opere di giovani artisti dà continuità a una politica avviata lo scorso anno e che a partire dal 2018 diventerà una consuetudine nella programmazione del Museo. Puntare sui giovani attraverso incontri, mostre e acquisizioni permette di riallacciare un dialogo con i fotografi e gli operatori, a cui il Museo si rivolge come luogo aperto di discussione e sperimentazione.

Continue reading

sprint

The Fuffy Wipe Case @ The book is on the screen, SPRINT, Milan, Nov. 25-26

ENG

THE BOOK IS ON THE SCREEN (II ed.)
curated by Valeria Raho
Saturday 25 ~ Sunday 26.11  |  13.00—20.00
O’~SoundOhm ⟨basement⟩, Via Pastrengo 12, Milan

Video by: NastyNasty©/blisterZine, Roberto Fassone, Fabrizio Vatieri, Sara Benaglia, canecapovolto, Giuseppe De Mattia, Gianluca Marinelli, Rada Kozelj, Discipula, Adriana Monsalve, Lele Marcojanni, Rossella Piccinno, Giulio Squillacciotti, The Cool Couple

Continue reading

invito-karma-fails

Nov. 16, 23 + Dec. 2 // Karma Fails @ Museo del ‘900, Milan

ITALIANO

Karma Fails – Meditation is Visualization
a cura di Iolanda Ratti e Marta Bianchi
Museo del Novecento, Sala Fontana
16 e 23 novembre 2017: prima sessione ore 19.30 seconda sessione ore 20.30
2 dicembre 2017: sessione unica ore 11.00

Il Museo del Novecento presenta il lavoro Karma Fails – Meditation is Visualization di The Cool Couple. L’iniziativa si colloca nell’ambito di “Level 0”, progetto di ArtVerona in collaborazione con quattordici musei e istituzioni d’arte contemporanea italiani, che mira a promuovere artisti emergenti, selezionati durante la era e presentati nelle istituzioni l’anno successivo.

Continue reading

issp-kuldiga-cover

Kūldiga Artist Residency, from Sept. 15th to Oct. 15th 2017

We are extremely happy to announce that we will be in Latvia for a month, between September 15th and October 15th because we will be hosted at Kūldiga Artist Residency. The project, in partnership with ISSP, selects three authors whose research is involved with photography and the contemporary image. For more information, click here. We will keep you posted about it, do not worry.

Here the news about the selection of the resident artists for 2017.

unnamed

SHORT CIRCUIT #3, OK Corral, Copenhagen

Exhibition opening – 05.05.2017, 5pm
Exhibition continues – 06 – 28.05.2017, Wednesdays to Saturdays, 1 – 5pm
Terminal 3 – OK Corral, Rolighedsvej 9, 1958 Frederiksberg, Copenhagen, Denmark

ARTISTS
Emily Mulenga, Juneau Projects and Antonio Roberts (Birmingham); The Cool Couple, Kensuke Koike and Ryts Monet (Venice); Honey Biba Beckerlee, Johan Knattrup Jensen and David Stjernholm (Copenhagen).

Short Circuit is an ambitious international touring group show devised by British Independent Curator, Aly Grimes, and consists of nine new media artists and collectives in an attempt to re-assess the archetypal framework of a travelling exhibition. It proposes a new experimental model of display realised in three different locations across Europe to include Birmingham, Venice and Copenhagen. The project’s structure aims to investigate new ways that exhibition spaces can present touring shows in the Digital Age and will manifest as a highly experimental research project susceptible to failure. It might glitch, trip, malfunction or ‘short circuit’. Read the full press release here.