unnamed

POIUYT Punto Zero at MLZ Art Dep, March 18th, 2017

English version below.

POIUYT. Punto Zero. Pratiche critiche nella fotografia contemporanea italiana
Artisti: Discipula, Alessandro Sambini, The Cool Couple
a cura di: Francesca Lazzarini e Gaia Tedone

18 marzo – 18 giugno 2017
MLZ Art Dep
via Galatti 14 Trieste

Inaugurazione: sabato 18 marzo, ore 18.30

POIUYT è una piattaforma di ricerca sulle immagini che si propone di diffondere un’attitudine critica verso questo linguaggio chiave del mondo contemporaneo, attraverso la riflessione, il confronto collettivo e la partecipazione.

Il progetto, supportato da MLZ Art Dep di Trieste, Galleria Michela Rizzo di Venezia e Metronom di Modena, prende il via con la mostra Punto Zero. Pratiche critiche nella fotografia contemporanea italiana, che inaugura nello spazio espositivo triestino il 18 marzo alle ore 18.30.

La mostra presenta il gruppo composto dalle curatrici Francesca Lazzarini e Gaia Tedone e gli artisti Alessandro Sambini, Discipula e The Cool Couple nel momento in cui i loro interessi si intrecciano e la collaborazione ha inizio. Provenienti dal mondo della fotografia ma accomunati da una propensione a espanderne i confini, hanno dato vita alla piattaforma spinti dalla necessità di avviare una riflessione comune sul ruolo preponderante delle immagini nella società in rete e sulla loro valenza politica.

L’accelerazione dello sviluppo tecnologico degli ultimi decenni ha mutato radicalmente le modalità di produzione, distribuzione e fruizione delle immagini su scala globale, sollevando interrogativi sulla loro stessa natura e aprendo nuove prospettive di ricerca in campo artistico ed epistemologico.

Punto Zero mette a sistema tre pratiche riconducibili a un percorso specifico, alternativo sia alla fotografia documentaria tradizionale che alle sperimentazioni stilistiche sul mezzo e basato anzi sull’integrazione di tali poli. In queste pratiche infatti, una forte componente di ricerca sui contenuti si affianca a una riflessione sulle conseguenze della scelta di determinati dispositivi. Costante trait d’union è inoltre la consapevolezza del valore politico che hanno le immagini, in quanto ingredienti base nel costruire le rappresentazioni del mondo e nel plasmare dunque la realtà stessa.

Le ricerche presentate in mostra, emblematiche di tale percorso, sono inoltre accomunate da una precisa strategia: l’appropriazione di modelli esistenti in settori chiave della società odierna e la loro critica attraverso la ricontestualizzazione nello spazio espositivo. L’installazione di Alessandro Sambini racchiude nell’ideale stanza di un fanatico diversi elementi relativi a Replay!, un gioco televisivo basato sul rifacimento di video virali ispirati a eventi resi iconici dalla macchina mediatica, come la morte di Saddam Hussein e di Gheddafi, o gli atti iconoclasti dei tempi recenti. How Things Dream dei Discipula si colloca nel mondo della cultura corporate attraverso Aura, un’azienda che vende servizi in vari ambiti, come domotica, salute e sicurezza, e la cui identità è improntata sulla commistione tra ideologia californiana stile Silicon Valley e promesse neoliberiste. Con l’installazione Karma Fails (primo capitolo del ciclo Turbulent Times, dedicato all’era dell’antropocene) The Cool Couple riflette sul boom delle filosofie orientali nella società occidentale e sull’uso delle tecniche di meditazione come strumento biopolitico.

In un evento presso la Galleria Michela Rizzo a Venezia, l’11 maggio alle ore 12, verranno lanciati il sito web di POIUYT e presentati i contributi che artisti quali Fabrizio Bellomo, Francesco Jodice, Bruno Baltzer & Leonora Bisagno e il duo svedese Klara Källström & Thobias Fäldt hanno dato a questa fase iniziale del progetto. Verrà inoltre presentata la prima di una serie di pubblicazioni legate alle attività della piattaforma.

ENGLISH

POIUYT. Punto Zero. Critical Practices within Italian contemporary photography
Artists: Discipula, Alessandro Sambini, The Cool Couple
Curated by: Francesca Lazzarini e Gaia Tedone

March 18th – June 18th 2017
Opening: Saturday March 18th, 6.30 PM

MLZ Art Dep
via Galatti 14 Trieste

POIUYT is a research platform about images with the aim of spreading a critical approach towards this key language of the contemporary world, through collective research, participation and debates.
The project, supported by MLZ Art Dep, Galleria Michela Rizzo and Metronom, starts with the exhibition Punto Zero. Critical practices within Italian contemporary photography, which opens in Trieste on March 18th at 6,30 PM.
The exhibition presents the research collective composed by curators Francesca Lazzarini and Gaia Tedone and artists Alessandro Sambini, Discipula and The Cool Couple, and places itself as the starting point of a collaboration born from their common interests and the need of reflecting on the key role played by the visual in the networked society as well as on the political value of representations.
The acceleration of technological development in the last decades changed radically the ways of production, distribution and fruition of images on a global scale, generating issues about their nature and opening new research perspectives in both artistic and epistemological fields.

Punto Zero confronts three practices ascribable to a specific path, alternative to documentary photography and linguistic experimentations, based on the fusion of both approaches. In such line of research a strong research attitude is combined with a reflection on the consequences of linguistic devices. In addition to this, a common and constant trait d’union is the awareness of the political value of images, as elements that powerfully shape reality. The researches presented in the exhibition, emblematic of such approach, are also associated by a peculiar strategy: the appropriation of existing models from key sectors of contemporary society and their critic through their re-contextualization in the exhibition space. Alessandro Sambini’s installation collects in a fanatic’s bedroom elements belonging to Replay!, a tv game based on the reenactment of viral videos inspired to iconic events of recent history, as the death of Saddam Hussein and Gaddafi, or the iconoclastic actions of recent times. How things dream by Discipula places itself in the world of corporate culture through Aura, a business company selling services in different areas, as domotics, health and surveillance, the identity of which is based on the mix between the Californian ideology of Silicon Valley and neoliberist dreams. With Karma Fails (first chapter of Turbulent Times. Nothing happens in nice weather), The Cool Couple analyses the boom of Eastern philosophies in Western society and the use of mindfulness meditation as a biopolitical tool.

The official launch of POIUYT website and contributions from artists as Fabrizio Bellomo, Francesco Jodice, Bruno Baltzer & Leonora Bisagno, Klara Källström & Thobias Fäldt and other researchers will take place on May 11th, 12AM at Galleria Michela Rizzo, Venice. In that occasion, the first publication by POIUYT will be presented to the public.